Prossimi Tornei

*** ALLEZ LES BLEUS!!! ALLEZ LES BLEUS!!! ALLEZ LES BLEUS!!! ***
Ci troviamo il venerdì sera dalle 21 alle 24 in "Location" a Busto Garolfo, telefonare al 347-2681083 (Fabrizio)

venerdì 3 giugno 2016

Focus on... VITTORIO DE PASCALE





D: Tre tweet (140 caratteri ciascuno) per raccontare:
  • Cosa sono per te i Flickers
  • Te stesso come uomo
  • Te stesso come giocatore
R: I Flickers sono un gruppo di amici con i quali condividere la passione del calcio da tavolo e tanto altro. Una squadra dove cimentarsi tutti insieme per una crescita tecnica e agonistica, ponendosi degli obbiettivi che aggiungano pepe al nostro quotidiano.  Come uomo credo di essere un buon marito, purtroppo padre mancato per avversità del destino, e un professionista dedito al lavoro. Smisi di giocare a subbuteo a fine 81. Ho ripreso a giocare dopo più di 30 anni, e francamente sto ancora imparando ad usare le nuove armi per essere all'altezza del calcio da tavolo attuale. 

D: l Flickers sono cambiati molto quest’anno, con la tua presidenza, Vittorio… come hai vissuto questo cambiamento?
R: Lascio questa risposta ai miei compagni di squadra.

D: San Benedetto, la serie C… un’esperienza forte… cosa ti ha lasciato?
R: Giocai a squadre negli anni 80, vincendo una coppa Italia con i Diavoli Milano, che allora era l'equivalente del campionato di serie A. Avevo 17 anni e nel girone finale fui poco utilizzato, in ogni caso ho un buon ricordo di quel campionato. Non pensavo oggi a quasi 54 anni di essere così teso ed emozionato per una salvezza in serie C. E' cambiato tutto. Oggi nei campionati federali a tutti i livelli c'è un'atmosfera da professionisti, tantissima tensione e nervosismo. Bisogna affrontare l'appuntamento al meglio, preparandosi in ogni dettaglio, tecnico, tattico e mentale. 

D: Una tua proposta per il Programma Flickers 2016-17
R: Allargare il gruppo e darci un assetto più competitivo per affrontare al meglio il campionato a squadre. Con una rosa di giocatori attivi più ampia, permettere a tutti di partecipare a più tornei a squadre. Oggi nonostante siamo in 13 tesserati, molto spesso facciamo fatica ad schierare quattro giocatori nei tornei del sabato. Lasciare spazio a chi vuole giocare solo per divertirsi, ma contestualmente motivare chi vuole trovare soddisfazione nelle competizioni ufficiali, perseverando nel cambio di mentalità e in allenamenti di qualità.

D: Un tuo punto di forza ed uno sul quale lavorarci… 
R: L'entusiasmo, la voglia di giocare e tempo da dedicarci ritengo siano fattori importanti. Il calcio da tavolo moderno assomiglia a una partita a scacchi. Devo lavorare più sull'aspetto tattico nella gestione della partita, nonchè su concentrazione e determinazione verso l'obbiettivo. Se privilegi l'aspetto ludico vai poco lontano nelle competizioni. Devo imparare a versare poche gocce di vecchio subbuteo, all'interno di un insipido brodo di calcio da tavolo, per ottenere il piatto vincente.

Nessun commento:

Posta un commento