Prossimi Tornei

*** ALLEZ LES BLEUS!!! ALLEZ LES BLEUS!!! ALLEZ LES BLEUS!!! ***
Ci troviamo il venerdì sera dalle 21 alle 24 in "Location" a Busto Garolfo, telefonare al 347-2681083 (Fabrizio)

domenica 13 dicembre 2015

Ecco..C

Ecco…C
La giornata pregara si è rivelata alquanto divertente e piacevole: il viaggio in treno è scorso via tranquillo e senza intoppi, l’arrivo in albergo in coincidenza con i compagni, riserva però la sorpresa che il gruppetto giunto in macchina non è mai arrivato in camera! 
Probabilmente un boicottaggio delle nostre avversarie presenti in albergo o una dieta andata a rotoli, sta di fatto che l’ascensore si è bloccato al piano superiore e non ne voleva sapere di lasciare uscire i ragazzi.

L’abnegazione del receptionist e le rassicurazioni telefoniche da parte di Marco han fatto si che la mezz’ora trascorsa dagli intrappolati sia rimasta solo un evento spiacevole per i malcapitati ma simpaticissimo per i non coinvolti.

La serata, dopo innumerevoli contrattazioni via wtsp, è trascorsa in un vicino ristorante che ci ha saziato con specialità marine e terrestri, annaffiate da discrete quantità di vino.
Dopo una passeggiata distensiva lungo il curatissimo lungomare Sanbenedettese, su indicazione di Claudio, ci auguriamo allegramente la buonanotte, l’appuntamento è alle 7.30 per la colazione.

Sabato, dopo una ricca colazione in compagnia dei cugini dello Stella Artois, del Brescia e di altre compagini, (della serie l’albergo non in convenzione costa meno e ce ne siamo accorti tutti), decidiamo che ci recheremo al palazzetto con la  macchina di Vittorio ad eccezione di Marco e Giulio che preferiscono una distensiva passeggiata.

E finalmente, dopo tanti anni in cui l’ho sognato, entro al palazzetto: bellissimo, 48 campi divisi in settori da 4, con tabelloni segnapunti, targhette che indicano la zona dedicata ad ogni squadra, striscioni dei club (il nostro?),insomma aria di subbuteo.
Prendiamo subito possesso di qualche tavolo, dove un po’ a turno, ci scaldiamo.

Purtroppo per rompere il ghiaccio dobbiamo attendere il terzo turno, però nel mentre decidiamo la tattica per affrontare le Fiamme Roma: secondo le mie statistiche, visto che loro giocano fuori casa, tendono a schierare per primo il più debole ed infatti così sarà: Bressi a cui abbiniamo Marco per ottenere il punto, poi puntiamo sull’effetto “sconosciuto” Geoffrey su cui mettono uno dei meno forti Napolitano e poi schierano Portera, il terrore di tutti, perché ha rifilato 6 polpette a Vittorio e a Giulio, a cui decidono di abbinare me con lo scopo di imbrigliarlo e buttarla sulla rissa; l’ultimo accoppiamento prevede Vittorio contro il forte Di Pietrantonio.
A 5 minuti dal termine, la partita è durissima, siamo sul 2-2 con solo Marco che ha preso il largo, gli altri risultati sono in bilico, Geoffrey vince di misura su Scatamacchia subentrato all’intervallo, Vittorio perde di misura come me, ma dopo una lunga azione, riesco a pareggiare l’incontro; da quel momento il mio campo diventa una discussione unica dove viene chiamato il capo arbitro e viene bloccato il tempo per circa un minuto; sta di fatto che al termine del tempo regolamentare mentre gli altri festeggiavano la vittoria, io avevo ancora da sudare per portare a casa la pagnotta; caso vuole che il mio timer fosse fuori uso e quindi ci si basava solo su quello dell’avversario, che casualmente però, aveva deciso di stopparlo; abbiamo giocato il minuto di recupero più lungo del mondo e dopo calci d’angolo, tiri, parate, etc etc ho deciso che andava bene così e poteva dirsi conclusa la partita, con sommo rammarico del mio avversario.

La seconda partita ci aspettano gli Hawks che sono privi di Mariotto e Scola, in pratica la stessa formazione che abbiamo battuto a Crevalcore: decido che è giunto il momento di schierare chi non è ancora sceso in campo: a Peghin contrappongo Giulio, a Geoffrey mi abbinano Pezzuolo, a De Rosa abbino Luca, ultimo incontro Marco vs Della Monaca; alla fine del primo tempo Giulio vince di misura così come Geoffrey, ma Marco perde 2-0 e Luca 1-0; Luca chiede di essere cambiato perché l’arbitro lo innervosice e così decido per l’ingresso di Vittorio, a Peghin subentra Zava; Marco inizia a carburare accorciando le distanze, dopo poco Vittorio si porta in parità ma anche Zava pareggia, poi Marco agguanta la partita ma Giulio va sotto, Giulio poi pareggerà ma poi subirà ancora un gol, anche Vittorio va sotto e a pochi secondi dal termine Marco ribalta il risultato: morale pareggiamo 2-2 con Treviso, sulla carta 2 punti persi, ma in realtà un punto guadagnato a pochi secondi dal termine.

La terza partita ci aspetta la nostra prima trasferta contro la candidata alla promozione Bagheria: decido di schierare Astengo, sempre pronto a giocare, al quale abbinano la campionessa mondiale Lo Cascio Giuditta, poi a Lo Presti abbino il presidentissimo Vittorio e butto nella mischia Luca per fargli fare ancora un po’ di minutaggio al quale abbinano il ragazzino tremendo Lo Cascio Emanuele; l’ultimo siciliano a scendere in campo è il fortissimo Buono Stefano che decido di abbinare a Geoffrey sperando nel miracolo; la partita si fa subito interessante perché Giulio passa in vantaggio così come Vittorio, mentre sugli altri due campi prendono il sopravvento gli avversari; arriviamo all’intervallo con due partite oramai andate, Vittorio vince 1-0 e Giulio nel mentre ha subito il pareggio; decido nel cambio di Giulio per Marco, Bagheria sostituisce Lo Presti con l’altra mondiale Butitta; Vittorio  non si fa abbindolare dalla presenza femminile e regola la partita per 2-1, Marco invece subisce il fascino della Lo Cascio e la grazia a pochi secondi dal termine con un tiro poco preciso; perdiamo la nostra prima partita, ma per veramente un niente.

La quarta partita ci tocca la seconda trasferta contro la corazzata Messina che sta viaggiando a punteggio pieno, infarcita com’è di campioni e giocatori fuori categoria: decidiamo di schierare Vittorio per metterli in difficoltà e rispondono con il tremendo Cubeta, Mandanici lo abbino a Geoffrey e Marco lo abbinano al La Torre di mezzo, io vengo scelto per fermare l’inarrestabile Mifsud. La gara è ricca di colpi di scena sino a pochi secondi dal termine dove vinciamo per 2-1 grazie alle notevoli prestazioni di Geoffrey e di Marco, ma purtroppo Vittorio subisce l’ultima rete a manciate di secondi dal termine e la gara finisce in parità: ebbene ce la siamo giocata alla grande contro una grandissima, onore al merito.
La quinta partita partita ed ultima dell’ estenuante giornata, alle 18.30, ce la giochiamo in casa contro i cugini alla lontana dello Stadivari Cremona che ci sono davanti in classifica: a Sella rispondiamo con Marco, a Geoffrey abbinano Calò, a Ciraolo C. optiamo per Astengo e a Vittorio abbinano Gentile: la gara si fa subito calda perché Geoffrey ci porta in vantaggio ma Vittorio prende il gol, Marco discute con Sella e Giulio è un continuo WUASSALAAA; all’intervallo siamo ancora 1-1 e Cremona sostituisce Ciraolo con il fratello Gaetano.
Riprende la partita con Giulio che urla sempre più spesso il suo famoso grido per le fantastiche parate, Geoffrey si prende a pallettate con Calò, Vittorio subisce il secondo gol e Marco non riesce a fare sua la partita;  ma poco dopo, finalmente, dopo l’ennesimo assalto, Marco passa in vantaggio, Geoffrey allunga e, ciliegina sulla torta, a pochi secondi dal termine, su un contropiede, Giulio segna il gol vittoria…. è GODURIA assoluta, li abbiamo purgati ancora, 3-1 per noi.

La sera, dovendo incontrare la cugina della moglie, mi son diviso dal gruppo, ma solo fisicamente, perché via wtsp abbiamo condiviso portate e bevute.
All’indomani solito puntello a colazione, check-out e  poi tutti in macchina, tranne Luca che si fa ospitare dal bagagliaio dello Stella.

La prima partita della domenica ci vede impegnati contro la seconda in classifica nonché sorpresa del torneo, Sassari; Vittorio si lancia nella mischia e gli abbinano Moro, Lay lo abbino a Marco, Geoffrey subisce il forte Ogno ed io mi schiero contro Deffenu. Chiudiamo il primo tempo 3-0 grazie al vantaggio di Vittorio, Marco e Geoffrey. Nella ripresa, nonostante l’ingresso di Pintore, Vittorio allunga; invece, sugli altri campi, subiamo tutti un gol, siamo sul 1-1, serve un pareggio da parte mia che arriva a 2 minuti dal termine. Vittoria per 1-0.

La seconda della domenica è contro la rimpolpatissima Biella, che schiera il forte Bodin, a cui abbiniamo il buon Geoffrey, seguo io e mi piazzano Lena, a Jon Scotta rispondiamo con Marco e Vittorio si becca Cuzzocrea: la partita è molto equilibrata ed arriviamo all’intervallo in svantaggio per 0-2 con Bodin che vince su Geoffrey e Cuzzocrea su Vittorio entrambi di una sola rete. La ripresa vede prima il pareggio di Vittorio, poi il vantaggio di Marco, ma a 2 minuti dal termine, su un uno/due di Lena, passo in svantaggio e purtroppo questo risultato porterà alla sconfitta la squadra. Mi spiace molto perché potevo fare sicuramente meglio essendomi mangiato un paio di occasioni. 1-2

Ancora colpiti dalla cocente sconfitta affrontiamo il Papata che schiera subito il fortissimo Nicchi a cui abbiniamo Giulio per contenerlo con le sue parate, Geoffrey viene preso dall’altrettanto forte Neri, Vergoni viene preso da Marco, Vittorio da Caiazzo. La gara si fa subito in salita perché Geoffrey va sotto, poi Giulio e poi anche Vittorio, si salva solo Marco, poi però Vittorio pareggia e Geoffrey pure, ma nella ripresa Nicchi prende il largo così come Neri, Vittorio subisce un’altra rete mentre Marco dilaga. Perdiamo anche con Papata ma con un risutato di 1-3


L’ultima giornata, ci vede stanchi, un po’ giù di corda e con la paura di restare agli ultimi posti. Ci vuole una vittoria contro Cosenza per scacciare i fantasmi.
Potrei giocare solo un tempo perché poi ho il treno che mi scappa, decido però di non schierarmi per evitare di forzare la sostituzione all’intervallo, ma anzi, nonostante le sue reticenze, a sorpresa, butto Luca nella mischia che viene preso da Soria, Borsani lo abbiniamo a Vittorio, Geoffrey va a giocarsela contro Cuzzocrea L. e Sommella va contro Marco, quinto uomo Giulio.
La partita si fa subito in discesa perché Geoffrey passa in vantaggio, seguito da Vittorio e poi da Marco, Luca attacca all’arma bianca. All’intervallo siamo 3-0 e scappo via  abbracciando però prima, ad uno ad uno, i ragazzi che mi stavano regalando una grande prova di forza e determinazione.
Poi in stazione mi arriva il wtsp con la bellissima notizia : Flickers-Cosenza=4-0!
 Siamo secondi in classifica e chi se lo aspettava…

A questo punto voglio ringraziare puntualmente ogni componente della squadra:
·        Prima di tutti Geoffrey che si è sobbarcato una trasferta notevole, ignaro di tutto e degli avversari che gli capitavano, ha giocato alla grande con tutte le sue forze chiudendo con uno score di  rispetto, vero professionista
·        Marco, il nostro TOP player, grazie alle innumerevoli vittorie ci ha trascinato per tutto il campionato e grazie alle sue battute ci ha rallegrato prima e dopo il campionato, un acquistone sia come giocatore ma soprattutto come compagno, grazie a lui “cresceremo” molto, anzi già mi sento più alto; arrembante
·        Vittorio, il nostro supermaxipresidente, ci ha scorrazzato per mezza Italia, sempre pronto ad affrontare qualsiasi avversario, un po’ più timido del solito ma probabilmente stanco per i tanti chilometri passati alla guida, non ha mollato mai, vero Flicker
·        Giulio, stupore dei suoi avversari per i Wuassala dispensati senza timore, ha affrontato le partite a testa alta, mai piegandosi ai suoi avversari anche se di caratura superiore, si è rivelato oltre che mina vagante, il migliore 5° uomo che si possa avere accanto; essenziale
·        Luca, infastidito dalla scarsezza arbitrale, ha sofferto un po’ il campo di gioco, ma in compenso, si è imposto dal punto di vista tecnico, decidendo alcuni abbinamenti rivelatisi essenziali; stratega

·        Genny, insignito temporaneamente della fascia di capitano, prova a non far rimpiangere il titolare, schiera la squadra seguendo anche le indicazioni dei componenti oltre che le sue statistiche, alterna risultati utili ad altri sfortunati; prezioso

(GNY)

Nessun commento:

Posta un commento